La società A.E.R. Ambiente Energia Risorse Spa, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito, informa che tale sito web non utilizza cookie di profilazione per comunicazioni commerciali basate sulle preferenze espresse. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa

Vedi informativa cookies

Non hai accettato i cookie. Questa decisione può essere cambiata.

Hai accettato i cookie sul tuo computer. La decisione può essere cambiata.

Dopo 20 anni di lavoro, le percentuali di raccolte differenziate nel 2018 superano il 68%

AER chiude il 2017 al 65%; adesso con attivazioni e messa a regime di sistemi si convalidano i risultati.

Dopo aver chiuso il 2017 superando il 65% nella media aziendale, rispetto alle raccolte differenziate dei rifiuti urbani nei 9 comuni serviti, AER inizia questo 2018 confermando il dato, ed anzi con un interessante crescendo; nei primi due mesi di quest'anno, infatti, le percentuali sono salite a 67,7 in gennaio e 68,2 in febbraio.
Senza dubbio da Marzo, con la gestione di 7 comuni invece di 9 (visto che da marzo il servizio di igiene urbana nei comuni di Figline Incisa V.no e Rignano sull'Arno non è più svolto da AER), il dato aziendale dovrà essere rivisto, ma in avvio 2018 si conferma un trend positivo frutto di una diminuzione complessiva nella produzione di rifiuti, di una sensibilizzazione sempre più diffusa oltre che dell'attivazione di nuovi progetti sul territorio di competenza.
Confrontando i dati di febbraio 2017/2018, infatti, riscontriamo un calo nella produzione totale dei rifiuti (da 3.864 ton. a 3.644.), con una interessante diminuzione del rifiuto non differenziato da 1.329 ton. alle attuali 1.159. Rispetto ai dati nazionali che evidenziano un'Italia a 2 velocità, con il Nord dove sono confermate elevate performance di raccolta differenziata ed il Centro e il Sud in costante crescita, i Comuni serviti da AER si attestano ben oltre le medie nazionali, superando anche la soglia del 65% stabilita dalla Regione Toscana.
I "frutti" di questo avvio 2018 sono il risultato di una "buona semina" fatta negli anni. L'attivazione del sistema di tariffazione puntuale sulla raccolta porta a porta dei rifiuti nel 2017 del Comune di Londa porta oggi il territorio su medie pari all'87%, così come stabile è il dato dell'87% su Rufina, consolidato dal 2016. L'avvio di nuovi sistemi, siano tariffazione puntuale con porta a porta, ampliamento sistema e-gate o porta a porta, hanno contribuito a stabilizzare le medie di raccolte differenziate anche in altri comuni. Evidente la crescita di Dicomano, che, dal 72% di raccolta differenziata di febbraio 2017 è passato all'attuale 84% con l'introduzione della tariffazione puntuale e del sistema porta a porta di raccolta rifiuti; interessante anche la crescita di San Godenzo, passata dal 59% all'85% attuale, grazie all'attivazione della tariffazione puntuale per il conferimento di RSU mantenendo le postazioni stradali. Anche nei Comuni di Pontassieve e Reggello l'impegno delle Amministrazioni per uniformare il sistema di raccolta sul territorio sta portando buoni risultati; con la chiavetta e calotta sul capoluogo e centro storico di Pontassieve la percentuale di raccolta differenziata supera il 76% (70% a febbraio 2017), mentre a Reggello l'ampliamento del sistema porta a porta ha stabilizzato le performance al 67%.